Mini e Micro Eolico

Gli Impianti mini eolici sono impianti eolici con potenza nominale compresa tra i 10 kW e 100 kW.

Il mini eolico rappresenta la soluzione più conveniente per i piccoli investitori privati e aziende, sia in termini di costi di installazione e manutenzione, sia perché per gli impianti al di sotto dei 60 kW non scatta l’obbligo di iscrizione al registro apposito, ma è sufficiente una procedura semplificata per l’abilitazione (Pas) che riduce i tempi necessari per gli adempimenti burocratici.

Vantaggi degli Impianti Mini Eolici

  • Tariffa fissa omnicomprensiva: incentivazione di 0,291 €/kWh per gli impianti eolici connessi alla rete elettrica di potenza compresa tra 1 e 20 kW e di 0,268 €/kWh per gli impianti eolici connessi alla rete elettrica di potenza compresa tra 20 e 200 kW.
  • L’incentivo, erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), è per ogni kWh immesso in rete ed ha la durata di 20 anni. Al termine di questo periodo l’energia prodotta potrà essere ceduta al GSE tramite il meccanismo del ritiro dedicato.
  • In alternativa all’incentivo il titolare di un impianto eolico potrà beneficiare, previa stipula di apposito convenzione con il GSE, del meccanismo dello scambio sul posto.

Impianti Micro Eolici

Gli Impianti micro eolici sono impianti eolici con potenze nominali fino a 10 kW. Gli impianti Micro Eolici sono particolarmente adatti per installazioni residenziali, o piccola azienda, sia su terrazzo che su terreno.

Il micro-eolico rappresenta la soluzione per quei clienti che vogliono risparmiare sia in termini di costi di installazione e manutenzione, sia perché l’edilizia è libera per tutti i micro impianti eolici con turbine di altezza inferiore agli 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro: la loro realizzazione viene considerata come intervento di manutenzione ordinaria non soggetta alla disciplina della denunzia di inizio attività.

Una classificazione può essere fatta in base alla tecnologia utilizzata:

  • impianti ad asse orizzontale (bipala, tripala, multipala). Sono i più diffusi, derivati dalla tecnologia delle grandi centrali eoliche. Il rotore è disposto verticalmente e si orienta inseguendo la direzione del vento;
  • impianti ad asse verticale. Il rotore si presenta in svariate forme e geometrie sulla base della soluzione tecnica individuata dal singolo produttore. Hanno caratteristiche interessanti in termini di robustezza e silenziosità anche se in genere sono più costosi dei precedenti.
TOP